Tito Brasolin

Toglimi una curiosità. Tuo zio è sempre morto? (Totò, 1937)

Flash mob contro la violenza sulle donne a Padova

without Commenti

Alcuni studenti della facoltà di Scienze della Comunicazione hanno organizzato un flash mob per il giorno 17 dicembre 2009. Se ho ben capito queste iniziative nascono soprattutto come esercizi finali per i corsi della facoltà, in particolare quelli tenuti dal professor Ugo Guidolin.

Ad esempio, il corso di Comunicazione Multimediale

[...] prevede momenti di spiegazione teorica e dimostrativa, alternati ad analisi eseguite in aula con gli studenti. Distribuiti in gruppi di lavoro, gli studenti applicheranno concretamente ciò che hanno appreso impegnandosi anche a livello progettuale. La valutazione finale è basata su due prove: una prova scritta, in grado di verificare le capacità dei singoli studenti nell'ambito della progettazione; una prova pratica in cui i singoli gruppi, sulla base di obiettivi predefiniti dal docente, dovranno presentare i risultati di un progetto di comunicazione online che dovrà essere realizzato mediante l'uso dei nuovi linguaggi e strumenti del web quali social networking, blogging, podcasting, flashmob, videosharing, microcinema, webtv, web radio, self-commerce & publishing, citizen journalism etc. Gli studenti lavoratori o fuori corso possono in alternativa sostituire la prova pratica con una prova orale individuale.

 

Sarà o non sarà un flashmob di quelli del corso del prof.Guidolin? Comunque sia gli studenti si sono organizzati sul gruppo Facebook | STOP ALLA VIOLENZA SULLE DONNE, PADOVA 2009 del quale ovviamente fa parte anche Ugo “Farabutto” Guidolin.

Salvo gravi impegni di lavoro cercherò di essere presente e di documentare l'evento.

Scritto da Tito Brasolin

12/12/09 at 18:13:47

Violenza domestica: implicazioni sociali involontarie

without Commenti

Questo documento in lingua inglese, intitolato "Domestic Violence: Unintended Social Implications," è stato redatto da Richard L. Davis che per molti anni è stato tenente di polizia in Massachusetts.

Merita una lettura, non è lunghissimo (meno di cinquanta pagine) ma è molto ben ragionato e lontano dai più comuni stereotipi. Consigliatissimo!

Billions are being spent and the original goal of reducing fatal and non-fatal incidents has only fallen at the same rate of or less than the rate of violence in general.

 

Scritto da Tito Brasolin

12/09/09 at 16:46:07

Solo il 4% denuncia il proprio carnefice

without Commenti

Telefono Donna

Qui accanto si vede in piccolo un manifesto di Telefono Donna dell'anno scorso, che attualmente campeggia sulla splash page del sito: è sempre attuale, dato che

Nel nostro Paese solo il 3,7% delle vittime ha il coraggio di denunciare i maltrattamenti a operatori sanitari o alla polizia.

Le parole sono riprese da un comunicato stampa della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia leggibile per intero alla pagina Benvenuti in SIGO.

Come spesso accade non è chiara quale sia la fonte dei dati: in questo caso ritengo siano tratti dalla relazione di Marina Toschi, Ginecologa Consultoriale dell’ASL di Perugia (membro del direttivo AGITE) presentata alla platea di esperti internazionali dell’ultimo congresso della FIGO a Cape Town, nell’ambito della sessione speciale a cura della SIGO. Così almeno parrebbe a giudicare dalla newsletter anno I, numero 24 del 20 ottobre 2009: http://www.sigo.it/ArchivioNewsletter.asp...

Continua a leggere "Solo il 4% denuncia il proprio carnefice" »

Scritto da Tito Brasolin

12/01/09 at 11:35:49