Tito Brasolin

Toglimi una curiosità. Tuo zio è sempre morto? (Totò, 1937)

Worldwide mortality in men and women aged 15—59 years from 1970 to 2010: a systematic analysis

without Commenti

Bill Gates

Link: uwnews.org | Adult mortality trends reveal massive rise in global inequalities | University of Washington News and Information

Women overall have seen their health improve more than men have. In the 40 years between 1970 and 2010, adult mortality fell by 34 percent in women and 19 percent in men globally. The gap between adult male and female mortality widened by 27 percent in that period.

 

Molto interessante questo studio di The Lancet: Worldwide mortality in men and women aged 15–59 years from 1970 to 2010: a systematic analysis : The Lancet.

Come al solito, l'invito è a non trascurare mai il “rovescio della medaglia” e a leggere i dati con cura. Per esempio, se la mortalità è diminuita più nelle donne che negli uomini può essere dovuto semplicemente al fatto che per le donne i margini di miglioramento sono “fisiologicamente” superiori: a quanto ne so, è abbastanza normale che le femmine dei mammiferi siano più longeve dei maschi. Certo, mi colpisce il fatto che la Bill & Melinda Gates Foundation continui a tempestarci di buone notizie

Premesso che non sono un sostenitore di teorie “complottiste” o pseudo-tali, voglio comunque segnalarvi anche questo link che ci aggiorna su alcune delle occupazioni attuali del caro, vecchio Bill: Depop Program Links JPM, Goldman To Tainted Vax.

“I love vaccines,” Gates stated at a TED conference in February, 2010, while lecturing on ways to reduce global populations to stem environmental pollution.

 

Scritto da Tito Brasolin

05/01/10 at 20:42:09

Mortalità materna in diminuzione: non per tutti è una buona notizia...

with 2 Comments

Bill Gates

Ecco una bella pagina di guardian.co.uk con qualche dato: Maternal mortality: how many women die in childbirth in your country?

Non nascondo un certo orgoglio per il fatto che l'Italia sia da anni uno dei paesi con il migliore servizio sanitario e oggi il paese più sicuro in cui partorire: il paese più maschilista d'europa tiene al fatto che le proprie puerpere siano sane, robuste e in buona salute ;-)

Voglio però segnalare anche questo articolo da The New York Times: Maternal Deaths Decline Sharply Across the Globe.

[…] some advocates for women’s health tried to pressure The Lancet into delaying publication of the new findings, fearing that good news would detract from the urgency of their cause […]

 

Eh, già!

[…] the advocates […] wanted the new information held and released only after certain meetings about maternal and child health had already taken place.

He said the meetings included one at the United Nations this week, and another to be held in Washington in June, where advocates hope to win support for more foreign aid for maternal health from Secretary of State Hillary Rodham Clinton.

 

Un'elevata mortalità materna significa finanziamenti per le associazioni che la combattono: così va il mondo… Ed è un bel dilemma, perché da un lato c'è il legittimo timore che scemi l'interesse per un problema apparentemente gestito e in via di soluzione, dall'altro la fondata possibilità che gli investitori ritirino i propri capitali se dopo tanti anni di spese e impegno non vedono uno straccio di risultato. Sarà un caso che la ricerca sia stata sponsorizzata dalla Bill & Melinda Gates Foundation? Insomma, da qualcuno che di soldi capisce parecchio?

Scritto da Tito Brasolin

04/17/10 at 07:02:02

Cause di morte - Anno 2007

without Commenti

L'ISTAT ha diffuso due giorni fa gli ultimi dati, eccoli: Cause di morte.

Quello della violenza di genere come “prima causa di morte” è un argomento che si ripropone spesso in questi giorni di campagna elettorale. Lo troviamo, ad esempio, sul sito del Partito Democratico trentino ma anche qui Violenza sessuale Imperia: interviene Cristina Barabino e qui DEMOCRAZIA CRISTIANA MILAZZO: Incontroverso.

In realtà nel 2007 sono morti per omicidio o aggressione nella fascia d'età tra i 15 e i 49 anni trecento uomini e settantuno donne, e quest'ultimo dato è ben al di sotto delle morti per incidente stradale (per non parlare di tumori e malattie del sistema cardiovascolare o respiratorio). Con sinistra, centro e destra uniti nel diffondere questa leggenda metropolitana purtroppo sarà difficile che da qualcuno arrivi una smentita.

Scritto da Tito Brasolin

02/01/10 at 21:48:58

Solo il 4% denuncia il proprio carnefice

without Commenti

Telefono Donna

Qui accanto si vede in piccolo un manifesto di Telefono Donna dell'anno scorso, che attualmente campeggia sulla splash page del sito: è sempre attuale, dato che

Nel nostro Paese solo il 3,7% delle vittime ha il coraggio di denunciare i maltrattamenti a operatori sanitari o alla polizia.

Le parole sono riprese da un comunicato stampa della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia leggibile per intero alla pagina Benvenuti in SIGO.

Come spesso accade non è chiara quale sia la fonte dei dati: in questo caso ritengo siano tratti dalla relazione di Marina Toschi, Ginecologa Consultoriale dell’ASL di Perugia (membro del direttivo AGITE) presentata alla platea di esperti internazionali dell’ultimo congresso della FIGO a Cape Town, nell’ambito della sessione speciale a cura della SIGO. Così almeno parrebbe a giudicare dalla newsletter anno I, numero 24 del 20 ottobre 2009: http://www.sigo.it/ArchivioNewsletter.asp...

Continua a leggere "Solo il 4% denuncia il proprio carnefice" »

Scritto da Tito Brasolin

12/01/09 at 11:35:49

Mentire con le statistiche

without Commenti

Scritto da Darrell Huff - Illustrazioni di Irving Geis
Se vuoi ispirare fiducia, dai molti dati statistici. Non importa che siano esatti, neppure che siano comprensibili. Basta che siano in quantità sufficiente.
Lewis Carroll

Non fidatevi di ciò che le statistiche dicono prima di avere attentamente considerato ciò che non dicono.
William Watt

Il dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola.
Voltaire

Mentire con le statistiche è un testo che di questi tempi andrebbe recuperato e riletto. Ne leggevo una citazione in questo articolo di qualche tempo fa: HOW TIME MAGAZINE LIED ABOUT WORKPLACE GENDER HOMICIDE RATES (AND MISC. NEWS & VIEWS) [MALE MATTERS]. La citazione dice:

Sometimes it is percentages that are given and raw figures that are missing, and this can be deceptive too. The secret language of statistics, so appealing in a fact-minded culture, is employed to sensationalize, inflate, confuse, and oversimplify.

Il libro si può acquistare direttamente dagli editori Monti & Ambrosini.

Scritto da Tito Brasolin

11/22/09 at 23:30:06

Posted in Cultura